Domenica 2 Ottobre Prosecco Cycling

Partecipanti:

Marco Paleari

Roberto Occa

Valerio Ottolina

Simone Strada

…..Con relative accompagnatrici.

Venerdi

Come da accordi intercorsi tra il gruppo, venerdi’ mattina  30 settembre partenza destinazione Refrontolo, al B&B Le Pervinche, per trascorrere il lungo weekend e partecipare alla “Prosecco Cycling”di Valdobbiadene.

Arrivo in loco alla “Locanda Villa Sandi”per il ritiro dei pacchi gara, leggero spuntino e quindi si giunge a destinazione al B&B.

Sabato!

Giornata all’insegna della cultura: in mattinata visita a Vittorio Veneto, poi nel pomeriggio trasferimento e visita alla citta’ di Conegliano.

Serata finita con le gambe sotto il tavolo, ma senza esagerare, perche’ il giorno successivo, domenica, si pedala ed il percorso di 100 km. non prevede nessun tratto di pianura, anzi e’ conteggiato un dislivello di 1.600 mt.

Domenica!

Sveglia di buonora…colazione alle 6,30 trasferimento a Valdobbiadene alle 7,15.

Arrivo in orario e, come ceravamo prefissi, entriamo in griglia alle 8,00.

Partenza alle 8,30.

Subito si parte in salita, ma si attraversa la collina di S. Stefano nota in tutto il mondo per la produzione del prestigioso Cartizze e il solo pensiero mitiga la pendenza.

Si attraversano, in sequenza: Guia, Miane, Follina, Tarzo, Rolle, tutto in uno scenario a dir poco meraviglioso…

Filari di vite ordinati e vendemmia gia’ avvenuta, ma nell’aria si sente ancora il profumo del mosto, in queste colline gia’ decretate Patrimonio dell’Unesco.

Si transita dal Molinetto della Croda, riconosciuto come il simbolo della Marca Trevigiana. Passiamo di fronte al nostro B&B e le nostre accompagnatrici e il proprietario Sig. Francesco, ci spronano a “darci dentro”.

Arriviamo al Muro di Pian del Poggio, la salita piu’ ostica della giornata, dove, al termine della stessa, ci aspetta il secondo ristoro (il primo lo abbiamo saltato), a base di scampi e prosecco.

La sosta e’ doverosa.

Si riprende direzione Conegliano, Pieve di Soligo… di pianura non se ne vede, ma il panorama e’sempre meraviglioso.

Arriviamo anche al terzo ristoro, quest’ultimo quasi normale vale a dire a base di reintegratori salini, banane, barrette e crostate di frutta..

Si riprende per l’ultimo tratto di 30 km. all’arrivo, breve tratto di pianura, 4 km., e poi si risale per Colle S. Martino e quindi Guia, saltando il quarto ristoro che prevedeva solo calici di Cartizze. Ormai siamo agli ultimi km.  vediamo Valdobbiadene da Campion e si sentono gia’ le voci dello speaker. Arriviamo in solitaria dopo circa 4 ore o poco piu’…. E li’ inizia la festa.

Nel frattempo ci hanno raggiunto le accompagnatrici, con le quali abbiamo condiviso qualche calice di Prosecco e dell’ottimo Tiramisu’.

Una manifestazione senza tanti fronzoli, ma che bada alla sostanza, proprio come lo spirito dei Veneti. Sicuramente la consiglio a tutti.

Nota dolente di tutto cio’,  la mancata partecipazione, per motivi di causa maggiore, del nostro amico Paletto…che comunque si e’reso utile  con il suo solito spirito lavorativo, dando una mano (sola) allo smontaggio e al rimontaggio delle biciclette.

Valerio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.